Giorni di febbre

Non esiste cosa che odio di più al mondo che restare a casa per la febbre (oltre alla gorgonzola forse).

anigif Svegliarsi con il mal di testa e non avere un obiettivo per tutta la giornata se non creare una fossa sul divano della tua forma o controllare ogni due secondi i social network in attesa che qualcuno ti tenga compagnia durante la tua sofferta malattia. Io che sono un tipo che deve avere sempre mille impegni se non non sono contento sento ancora di più la noia quando non vado a scuola per questa causa di certo preferirei stare tra i banchi con le mie compagne, che per la cronaca non vedo da più di una settimana dato sono andate in gita mentre io sono rimasto qui a Torino city dato che la meta del viaggio era Berlino e io ci sono stato due volte nell’ultimo anno.
Tralasciando quindi che sono sul letto con il mio smartphone a scrivere questo post in un momento di totale sconforto vi devo raccontare cosa è successo la scorsa settimana.
Come vi ho detto sono rimasto qui ma non sono stato l’unico a rinunciare alla gita dell’ultimo anno; infatti con altre mie quattro compagne siamo venuti tutti a scuola a cazzeggiare, provare ad andare avanti con la tesina e farci torturare con un’interrogazione di storia.
Il venerdì è arrivata a casa una persona di cui ormai avrete la nausea di sentir nominare: Kevin. Siamo andati a ballare insieme alle mie compagne e il giorno dopo ci siamo dedicato ad una passeggiata per le vie del centro di Rivoli Beach dove K ha trovato un magnifico porta documenti di Luigi al negozio del Vintage in coordinato al portafoglio che quest’estate aveva acquistato nello stesso negozio.
Dopo aver giovato a Tumple Run 2 per milioni di volte è dovuto tornare in Liguria e dopo la sua partenza (come sempre un po’ malinconica) ho iniziato a sentire i primi segni dell’influenza che mi sta tenendo a letto da due giorni.
Spero di rimettermi presto! Fate una preghierina per me prima di addormentarvi questa sera.

Today’s song

In verità la canzone di oggi sarebbe dovuta essere un’altra ma mentre la cercavo su YouTube ho trovato questo singolo degli stessi artisti della canzone che avevo intenzione di condividervi.
“Same love”. Ditemi se posso mai commuovermi davanti ad un videoclip, evidentemente posso. Una canzone stupenda altrettanto quanto il video. VI OBBLIGO A GUARDARLO!

2 pensieri su “Giorni di febbre

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...