Marcia di Libera – Firenze

Non uccidiamoli una seconda volta
Inizierei la pagina con questa frase. La frase che ha fatto da filo conduttore al discorso di Don Luigi Ciotti nel grande piazzale allestito apposta per ascoltare i suoi pensieri a fine della marcia dopo l’abituale lettura di tutti i nomi delle vittime procurate dalla mafia.IMG_9227

Un’esperienza unica quella di partecipare all’evento organizzato dall’associazione Libera che, come ogni anno, riunisce centinaia di persone per la marcia contro la mafia. Quest’anno il teatro della parata è stata la splendida Firenze e io, insieme ad un gruppo delle mie compagne di classe, abbiamo deciso di organizzarci e renderci parte di questa iniziativa insieme al comune di Grugliasco.
Partiti a mezzanotte di venerdì il viaggio di andata devo dire che non è stato così insostenibile (io odio viaggiare in pullman). Il sonno ci stava rendendo tutti sclerati e dopo un’attività alle’una di notte ci siamo addormentati come ghiri. Ma attenzione! Sarebbe stato troppo bello risvegliarsi direttamente a Firenze, quindi  l’autista ha ben pensato di fare una pausa di un’ora in autogril alle tre di notte dove noi con gli occhi come quelli di chi soffre di esoftalmia siamo rimasti ad aspettare la partenza. Dopo un’incontro inaspettato il viaggio è proseguito normalmente e alle sei siamo arrivati nella città dei Medici accompagnati dalla bellissima Florence che ci faceva da colonna sonora in radio (le coincidenze).
Arrivati sul posto di ritrovo abbiamo prima acquistato le coloratissime bandiere dell’associazione e poi aspettato il lento inizio della marcia; il freddo ci stava congelando le dita dei piedi ma noi tra una battuta e l’altra abbiamo resistito e proseguito la parata riscaldandoci e raggiungendo lo stadio in cui finiva la manifestazione. Qui, come ho già detto, sono stati letti tutti i nomi delle persone rimaste vittima delle organizzazioni mafiose seguito dal discorso di Don Luigi Ciotti e il concerto di Fiorella Mannioa, ospite della giornata.IMG_9176 IMG_9211 IMG_9260
Nel pomeriggio sono stati organizzati alcuni seminari in tema e io con le mie compagne abbiamo partecipato a “Musica conto le mafie” dove ci hanno spiegato il progetto, omonimo alla conferenza,il quale si occupa di  sensibilizzare il popolo italiano nella lotta contro l’illegalità, la corruzione, la criminalità e, più in generale, i comportamenti mafiosi. A differenza dei racconti degli altri seminari, il nostro è stato molto interessante e coinvolgente grazie anche alla presenza di alcuni simpaticissimi musicisti aderenti al progetto che si sono esibiti per noi.
Il ritorno, come potete immaginare, per me è stato abbastanza terrificante: scorpacciata di M&M’s e poi sveglio tutto il tempo mentre tutti dormivano beatamente nelle posizioni più strambe.IMG_9308 IMG_9312

Ringrazio tutte le mie amiche che mi hanno accompagnato in questa insolita avventura che rientrerà nel mio bagaglio di esperienze di vita.

Love u, D.

2 pensieri su “Marcia di Libera – Firenze

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...