HAPPY NEW YEAR

Se questo 2014 ha intenzione di avere l’andazzo delle sue prime ore vi dico già che vorrei passare direttamente al 2015 in un solo attimo, chiudendo gli occhi.

20140101-141952.jpg

Non mi riferisco certamente alla festa fatta ieri sera a casa della mia carissima Sara con molti nostri amici a cui ci siamo divertiti tutti moltissimo. Tutti abbiamo portato qualcosa da casa e abbiamo così tirato su un buonissimo cenone per festeggiare l’ultimo giorno dell’anno.
Finita a cena abbiamo ascoltato musica, ballato (avremmo potuto anche tirare su una compagnia dato che più della metà degli invitati erano mie compagne di danza), giocato, brindato. Per concludere al meglio la serata abbiamo deciso di andare fino al castello di Rivoli, dato che Sara abita proprio li sotto, e ammirando la fantastica vista notturna di tutta Torino e cintura illuminata le prime ore di questo 2014, abbaiamo anche scoppiato qualche fuoco d’artificio.
Una serata magnifica, sicuramente uno dei più belli capodanni mai passati.

20140101-142132.jpg
Devo però confessarvi che non amo in particolare questa ricorrenza. Mi da un senso di ansia non indifferente. Ti porta a fare considerazioni su tutto quello che hai compiuto nel corso dei 365 giorni appena finiti, e se ripensandoli non riesci a strappare neanche un sorriso la situazione si fa drastica. Dopo una sveglia non del tutto piacevole, risistemando la camera mi sono trovato davanti alla finestra e, guardando fuori attraverso il vetro, non ho potuto non sentire un enorme buco nero dentro di me. Un senso di vuoto immotivato che non so ancora spiegare ma che il mio corpo ha deciso di colmare con le lacrime. Qualcosa è andato certamente storto.
Ma in fondo, oggi può essere visto anche come un nuovo inizio. Un incentivo per migliorare quello che l’anno passato non ti ha soddisfatto o magari non sei riuscito a portare a termine. Vedere il bicchiere sempre mezzo pieno forse è la scelta migliore per guardare il mondo.
Vi voglio lasciare con un mio motto personale, che forse ho dovuto tatuarmi sul corpo perché mi dimenticavo un po’ troppo spesso di rispettarlo.

B+

Today’s song

E proprio mentre è partita questa canzone il mio viso si è rigato di lacrime.
Spero piaccia anche a voi. L’ultimo cd di Beyoncè (mia cantate preferita) è davvero bello. Diverso da come me lo aspettavo ma appunto per questo sorprendente.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...